martedì 14 ottobre 2014

La magica Chalk Paint® di Annie Sloan


E così...ci siamo.
Dopo averne già parlato con l'importatrice italiana di maggior successo, Dora Sighel, oggi finalmente vi parlerò della mia esperienza con la Chalk Paint® di Annie Sloan.






Per lungo tempo mi sono cimentata nella decorazione dei mobili, nel loro relooking e recupero (non dei veri e propri restauri, attenzione, non ho le competenze necessarie per definirmi una "restauratrice"!) e oggi sono felice di dire che, dopo aver  fatto un po' di esperienza, dopo aver rubato trucchi del mestiere a falegnami, laccatori, restauratori e imbianchini, dopo tanto studio condotto su molti libri e sul grande manuale virtuale che è Internet, ho raggiunto un soddisfacente grado di conoscenza delle basilari tecniche decorative. Lunga vita al DIY!

Ho cominciato, come molti di voi ancora faranno, alla maniera tradizionale.
Si prende un mobile, lo si pulisce per bene, si rimuovono (magari carteggiando!) tutti gli strati di vernice applicati nel corso del tempo, si stuccano i piccoli difetti, si passa un fondo (cementite, turapori o altro primer) e poi, finalmente, dopo tutti questi lunghi, lenti e polverosi passaggi, si passa al colore, alla verniciatura con prodotti appositi, reperibili in ogni colorificio o nei Brico Center (Leroy Merlin & Co.)

Bene, tutto questo fino a qualche mese fa, quando, per puro caso, mi imbatto in un sito inglese che parla di questa innovativa e rivoluzionaria vernice di cui non ho mai sentito prima. Leggo un po' in giro e sono già pronta ad ordinarne un barattolo, incapace di attendere oltre e pronta... a smentire ogni singola parola letta in giro.

Insomma, c'è da essere scettici quando si leggono tali meraviglie, no?

Ad ogni modo, dopo aver dato fondo alle batterie del mio Magic Mouse, senza troppa convinzione digito infine le parole "Chalk Paint Italia" su Google.
"Figuriamoci se in Italia c'è qualcuno che la importa!", mi dico.

E invece sì, donna di poca fede.

Il destino vuole che io clicki su un link collegato al negozio All White.
Per prima cosa valuto i costi. Un litro di Chalk Paint® costa più o meno come un litro di  smalto all'acqua di buona qualità. "Ok, può andare".
In più, mentre ipnotizzata mi addentro nella lettura sulle proprietà di questa vernice (sul sito allwhite.it c'è un sacco di materiale esplicativo!), una particolare dicitura continua a catturare la mia attenzione:

"nessun primer richiesto"-"nessun primer richiesto"-"nessun primer richiesto".

 Possibile? Possibile?!!
Beh, tanto meglio, se funziona avrò risparmiato tempo, fatica e...primer!

Ora, data la mia esperienza con la tradizionale decorazione dei mobili, è facile intuire come la cosa possa entusiasmarmi (diciamo pure GASARMI) da una parte, ma anche lasciarmi profondamente perplessa dall'altra. Tuttavia, "nella vita bisogna sperimentare", mi dico, e così, dopo appena cinque o sei secondi di riflessione (!) mi fiondo su All White , accedo alla sezione Shop Annie Sloan e comincio a valutare le possibili scelte di colore. "Comprerò un solo barattolo", ripeto a me stessa. Beh, non mi è possibile... I colori son tutti pazzeschi e...WOoOoOOOoooooOW! Già so che prima o poi li  proverò tutti. Certo, a condizione che la vernice mantenga le sue promesse!


Insomma, è la mattina del 31 Marzo 2014 quando invio il mio primo ordine di Chalk Paint®. Acquisto comodamente online, pago con Paypal e scelgo due barattoli di colore da 1 Litro, della cera per finitura e... qualche campioncino (sì, la Chalk Paint® è acquistabile anche in comodissimi campioncini da 100ml, grandissima figata!!!)

Al pomeriggio seguente, il corriere GLS  suona il campanello annunciando due pacchi in arrivo per me. "Per me?!". Immaginate la sorpresa quando mi vedo recapitare  un ordine fatto su All White appena 24 ore prima.

(Vogliate concedermi due righe per dirvi a proposito dei pacchi ricevuti.  Vi è mai capitato di ordinare qualcosa in rete e di ricevere dei pacchi accuratamente infiocchettati e profumatissimi in così breve tempo?! Voglio dire...il passo dopo è il teletrasporto! *__* )
Il trasporto intacca solo minimamente la perfezione degli imballaggi :)

Insomma, apro con foga le due scatole, confezionate con tanta cura, e il profumo immediatamente m'avvolge. All'interno trovo anche un bigliettino scritto direttamente dalla mano di Dora (che ho avuto l'onore di intervistare in *questo* precedente post) e, naturalmente, un arcobaleno di barattoli pronti ad essere aperti e provati.




Due ore più tardi sono già all'opera, pronta a provare per la prima volta la Chalk Paint®. Giusto in tempo per il mio progetto: operazione veranda.



In un solo pomeriggio cambio aspetto al mio salottino soleggiato...


...da così:



A così!!!


E il tutto senza  ricorrere a  sverniciatore chimico, né a carta vetrata.
Il mio parere?

MAGIA


Qui le stesse poltrone ritappezzate (in un secondo momento!)
Se avessi voluto verniciare alla maniera tradizionale, probabilmente sarei ancora lì a carteggiare le foglie d'acanto...


In questa foto la passamaneria durante la tinteggiatura con Chalk Paint® di Annie Sloan!

Tavolino in paglia di vienna PRIMA
e DOPO

Il copritermosifone PRIMA

Il copritermosifone DOPO

Un tavolino ausiliario chalkato :) 

E, per finire, la veranda con più o meno tutti i pezzi posizionati.
Una Chalk-Veranda, in sostanza!


Non mi dilungherò con poetiche riflessioni sulle incredibili qualità della Chalk Paint®, mi limiterò ad elencare  i principali vantaggi derivanti dal suo utilizzo, sperando che la cosa mi aiuti a essere un tantino più concisa
(Chiedo venia, non ho il dono della sintesi!)

- Nessuna preparazione del fondo.   Aprire barattolo, mescolare, diluire un po' e  via di pennello, direttamente sulla superficie da trasformare!

- Compatibilità con la stragrande maggioranza dei supporti:
 legno, metallo, plastica, vetro, tessuto, pelle, terracotta, cemento, pavimenti, pareti etc etc...

- Eccezionale coprenza fin dalla prima mano.

- Grande resa (con un barattolo da 1Lt si fa veramente tanta strada!)

-Velocità di essiccazione ( circa metà tempo rispetto a un qualunque altro prodotto all'acqua = lavoro più veloce!)

Odore impercettibile (utilizzo in interni, come per esempio il mio salotto...)

Zero (o quasi) emissioni tossiche

Palette colori per tutti i gusti e possibilità di realizzare infinite miscele personalizzate. A tal proposito, clickando su questo link  troverete una specie di "tintometro virtuale", creato appositamente per la Chalk Paint®!

Facilità di applicazione (la Chalk® perdona l'inesperienza ed eventuali errori di applicazione, ergo lanciatevi.)

-Svariate possibilità di applicazione: a pennello, a rullo, a tampone, a straccio, a SPATOLA (!) e perfino a spruzzo. 

-Versatilità: che vi piaccia lo stile Shabby&Co. o una finitura più compatta e "liscia", la Chalk® andrà bene. Ovviamente il risultato finale dipenderà dalla lavorazione. 

Finitura opaca, gessosa e vellutata. Consiglio: non chiedete mai a cosa somigli la Chalk Paint® di Annie Sloan. La Chalk Paint® di Annie Sloan è a tuttora inimitata (se si può dire in italiano), checché leggiate in giro sui vari forum e blog. Dopo averne usati degli ettolitri, e dopo aver provato più o meno tutte le altre vernici in commercio, posso affermare che la Chalk Paint® non somiglia a nulla di quello che potrete trovare in giro. E badate bene: Chalk Paint® è SOLO Annie Sloan. Troverete in giro altre vernici che ne riprendono nome (loser!), ma ricordate fondamentalmente che
No Annie, No Chalk!

Protezione con cera (Clear Wax) o  vernice (Lacquer). Otterrete rapidamente dei risultati che con altri prodotti sono semplicemente impensabili.

Adatta per INTERNI ed ESTERNI (!!!!!!!!!!!!!!!!)

Effetto lavagna con qualunque colore (Tre o quattro mani di pittura, senza alcuna finitura protettiva, ed avrete una chalkboard nel colore che desiderate. Ovviamente il classico nero ardesia - il Graphite - è quello che meglio si presta allo scopo.)




Potrei andare avanti, ma avevo promesso che non mi sarei dilungata oltre il necessario. Persone più preparate di me hanno provveduto a spiegare tutti i segreti della Chalk® con estrema chiarezza. La stessa Annie Sloan, sul suo sito ufficiale, descrive accuratamente questa magica invenzione, ne svela i trucchi e ne spiega l'utilizzo. E se non masticate l'inglese, niente paura: vi consiglio, ancora una volta, il blog della mia amica Dora di All White (nessuno in Italia eguaglia la sua competenza in campo di Chalk Paint®!). Clickate su * questo link* !

E ancora! Se voleste  un confronto diretto, immediato, con tantissime fruitrici di Chalk®, vi invito sempre ad andare sulla pagina facebook di All White, dove troverete il link per l'iscrizione al gruppo sulla Chalk®, una meravigliosa community in cui tantissime ragazze (Oltre 1200!) provenienti da tutta Italia  saranno pronte a condividere le proprie esperienze con la Chalk® e a darvi tutti i consigli che vorrete richiedere!

Ecco alcuni dei  miei chalk-lavori:








Prima...


e dopo!




Prima...

e dopo!





Prima...


e dopo!




Ed ecco alcuni lavori delle mie colleghe Chalkine:

Un lavoro della splendida Angela di My Country Dreams


Prima...

e Dopo

Il tocco di classe? Gli interni rivestiti!



Con grande entusiasmo, vi posto qui un raffinatissimo lavoro di Francesca , in uno stile che mi è mooooolto affine :)

Prima

e Dopo!!!

Che ci crediate o no, questo lavoro è stato eseguito a
...PENNELLO!!!


Sempre Francesca. Non è bellissimo? 


Un lavoro di Pamilla:


Prima


e Dopo
Una ragazza dal cuore romantico :)




E finalmente, last but not least, un'immagine rubata direttamente dal sito All White , eseguito dalle sapienti mani di Dora Sighel (love lovel ove)

Un risultato poeticamente bohèmien!



Non fermatevi, continuate a fare ricerche, vi basterà googlare "Annie Sloan Chalk Paint", tanto perché sia chiara la versatilità di questo prodotto, probabilmente, e aggiungerei non a caso:
"la migliore vernice al mondo"



Buona Chalk a tutti!







7 commenti:

  1. Risposte
    1. Vorrei provare iniziando da un oggetto facile e usando solo un campione. E' sufficiente per dipingere un tavolino ausiliario come quello che mostri tu nella tua veranda?

      Elimina
  2. Sei adorabile e inimitabile come la chalk di Annie Sloan ♥

    RispondiElimina
  3. Grande Titti. La passione si legge e si tocca parola dopo parola. Continua così <3

    RispondiElimina
  4. Scusa una domanda, sto valutando i miei acquisti e la vernice del negozio di Dora mi sembra un po cara, mi sono imbattuta su amazon su vernice shabby con costo più contenuto, visto la tua grande esperienza nel settore volevo sapere se la conoscevi e se me la consigli, o se rimane sempre Annie Sloan la numero uno.grazie in anticipo

    RispondiElimina